Questo sito contribuisce alla audience di

fidùcia

sf. [sec. XIII; dal latino fiducía, da fidĕre, confidare].

1) Senso di sicurezza ispirato da persone o cose che sembrano rispondere pienamente alle nostre esigenze; speranza fondata sulla convinzione: fiducia nella bontà altrui; attendere con fiducia qualche cosa; ispirare fiducia; tradire la fiducia altrui; persone di fiducia, su cui si può fare affidamento; incarico di fiducia, di responsabilità; avvocato di fiducia, quello prescelto per le abituali consulenze; voto di fiducia, nel diritto costituzionale, l'approvazione data con voto al nuovo governo dai due rami del Parlamento dopo averne ascoltato e discusso il programma; fiducia testamentaria, quella per la quale alcune disposizioni testamentarie sono a favore di una persona, che deve trasmetterle al loro vero destinatario. § Nel diritto romano, particolare applicazione dei negozi traslativi di proprietà (mancipatio e in iure cessio), per realizzare una funzione di garanzia (fiducia cum creditore) ovvero la finalità in seguito raggiungibile attraverso deposito e comodato (fiducia cum amico). In ambedue i casi si faceva luogo a una trasmissione fiduciaria della proprietà di una cosa mediante uno dei negozi solenni sopra indicati.

2) In statistica, sinonimo di confidenza. Intervallo di fiducia è la successione di valori fra cui, con una probabilità nota, è compreso il valore del parametro da stimare; limiti di fiducia sono i due valori estremi dell'intervallo e livello di fiducia è la probabilità con cui si assume che il valore del parametro cada nell'intervallo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti