Questo sito contribuisce alla audience di

firma

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XVII; da firmare].

1) La scrittura del proprio nome e cognome apposta con vari scopi alla fine di uno scritto, di un documento, di un'opera d'arte e simili: autenticare, falsificare la firma; raccogliere le firme, le adesioni per una iniziativa; firma in bianco, apposta a un documento non ancora completo: far onore alla propria firma, mantenere gli obblighi assunti; familiare, ci farei la firma, accetterei volentieri una certa condizione. Per estensione, la grafia stessa del proprio nome e cognome.

2) Fig., nel campo artistico e commerciale, il nome di una persona in riferimento al credito e al prestigio di cui gode; anche la persona stessa: è una buona firma.

3) Atto del firmare: la firma della pace avverrà il giorno 30.

4) Potere di sottoscrivere obbligazioni per conto terzi (sottoscrizione).

5) Nel linguaggio militare, con senso spregiativo, sinonimo di firmaiolo.

Firma digitale

Procedura informatica, basata sull'uso di codici alfanumerici, che sostituisce la classica firma autografa con nome e cognome (così come timbri, sigilli, punzoni o contrassegni) per rendere validi documenti, contratti o pagamenti inviati per via telematica a un altro soggetto che sia attrezzato per riconoscerla. In Italia è stata introdotta dalla legge n. 127 del 15 maggio 1997, sulla semplificazione degli atti amministrativi. Punto fondamentale della procedura è un sistema di doppie "chiavi" che consente al sottoscrittore (attraverso una "chiave privata") e al destinatario (tramite una "chiave pubblica"), rispettivamente di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l'integrità del documento. Le "chiavi" sono rilasciate da apposite società di certificazione (previste in un albo tenuto dall'AIPA, l'Autorità Informatica per la Pubblica Amministrazione). Le "chiavi" sono sotto forma di file o scheda con microchip. Ogni coppia di chiavi identificherà una persona o un ufficio.

Firma di un virus

Speciale sequenza di byte che permette ai programmi antivirus di identificare la presenza di uno specifico virus, nel sistema, in memoria, sui dischi o all'interno dei documenti di posta elettronica. Ogni virus ha una sua firma che viene identificata confrontandola con quelle contenute in apposite liste costantemente aggiornate. Alcuni virus automodificanti riescono a nascondere la propria firma trasformado il codice a ogni nuova copia. Per identificare questa categoria di virus, i programmi antivirus devono utilizzare una particolare ricerca, non completamente sicura, denominata euristica.