Questo sito contribuisce alla audience di

integralismo

sm. [sec. XX; da integrale].

1) Indirizzo politico che tende a integrare, in seno a uno stesso movimento ideologico, le diverse correnti o fazioni, facendo riferimento a principi comuni. Nella storia del Partito Socialista Italiano viene ricordato con il nome di integralista il movimento (1906-08) con a capo E. Ferri e O. Morgari, che tendeva all'unione delle opposte correnti dei riformisti e dei sindacalisti rivoluzionari, sulla base di una fusione fra i comuni principi ideologici e i diversi obiettivi programmatici. L'integralismo costituisce un elemento comune di alcuni movimenti politici di destra operanti nella Penisola Iberica e nel continente latino-americano, col proposito di fondere il nazionalismo, il mito dello “Stato forte” e la ricerca di un nuovo ordine sindacale-corporativo. Tipico, in questo senso, il movimento integralista lusitano che prese corpo nel 1914 intorno alla rivista di Coimbra A Naçâo Portuguesa. Esso propugnava un ritorno alla monarchia “organica e tradizionale” generalizzata, corporativa, cattolica, sul genere di quello che dopo il 1930 portò all'Estado Novo in Portogallo e al successivo governo fascista e corporativo di Salazar (1932). Altro esempio, il Partido Integralista do Brasil fondato nel 1932 da P. Salgado.

2) Concezione ispiratrice di un movimento o partito tendente a uniformare, senza eccezioni e compromessi, ogni manifestazione dello Stato e ogni attività politica, economica e sociale dei cittadini alla propria linea dottrinale e al proprio programma. In questo senso e con particolare riferimento al campo cattolico, l'integralismo indica il tentativo di rivendicare l'applicazione più rigorosa e completa dei principi della dottrina cattolica e delle direttive del magistero della Chiesa in ogni campo della vita pubblica. In particolare, dopo la II guerra mondiale, l'integralismo definisce la posizione di quegli uomini politici cattolici contrari a ogni forma di alleanza, accordo o compromesso con altri partiti, gruppi o correnti politiche. § Con significato analogo, in epoca recente, il termine è stato assunto come sinonimo di fondamentalismo, con particolare riferimento al fondamentalismo islamico.

Bibliografia

G. Candeloro, Il movimento cattolicoin Italia, Roma, 1953; G. Galli, P. Facchi, La sinistra democristiana, Milano, 1962; E. Balducci, Le nuove vie della Chiesa, Torino, 1966; F. Malipiero, L'integralismo islamico, Milano, 1979.

Media


Non sono presenti media correlati