Questo sito contribuisce alla audience di

rasóio

sm. [sec. XV; latino rasoríum, da radĕre, radere]. Lama di acciaio affilatissima, a un sol taglio, inserita in un manico mobile; serve per radere la barba: rasoio a mano libera; sfregiare con il rasoio; ridare il filo al rasoio. Nelle loc. fig.: lingua tagliente come il rasoio, pronta alle malignità; camminare sul filo del rasoio, in mezzo a pericoli, a rischi gravi. In particolare, rasoio di sicurezza, composto da un supporto per lo più in plastica provvisto di manico racchiudente una lametta a doppio taglio o un nastro tagliente dei quali sporge solo il filo; rasoio elettrico, consente la rasatura senza ausilio di sapone in quanto opera mediante lame rotanti, o piccole cesoie multiple, o una o più lame con moto alternativo; gli organi taglienti sono a strisciamento con una laminetta forata di spessore ridottissimo, la sola a contatto con la pelle; il motore è alimentato da pile o dalla rete.

Media


Non sono presenti media correlati