èbano

sm. [sec. XIII; dal greco ébanos]. Nome di varie specie di piante del genere Diospyros, della famiglia delle Ebenacee, e del legno che producono. L'ebano propriamente detto (ebano nero) si ottiene da Diospyros ebenum, albero d'alto fusto originario delle regioni indomalesi; ha durame completamente nero e alburno giallo rosato; è molto duro e compatto, fragile, di grana finissima; è molto pesante e di lunga durata. Viene usato per mobili di lusso, per la fabbricazione di flauti, clarinetti, tasti di pianoforte, stipetterie, ecc. Il legname si ricava anche da altri alberi dello stesso genere, fra i quali quelli che forniscono le migliori qualità sono Diospyros ebenaster, Diospyros melanoxylon e Diospyros haploshylis. In commercio si distinguono i vari tipi di ebano con il nome del Paese d'origine (ebano di Ceylon, ebano del Madagascar, ebano di Bombay, ebano di Coromandel e numerosi altri). Si dà il nome di ebano anche ad altri tipi di legno, pure durissimi, ma meno pesanti e diversamente colorati. Tali sono l'ebano verde (o ebano americano o legno aspalato) prodotto dall'Aspalathus ebenus, delle Antille, di color bruno-verdastro, dall'Acacia melanoxylon, dell'Australia, e dalla Tecoma leucoxylon, del Brasile e della Guyana (quest'ultimo di colore giallo-verdastro); l'ebano del Senegal o ebano africano, prodotto dalla Dalbergia melanoxylon; l'ebano della Giamaica, prodotto dalla Brya ebenus (vedi granatiglio).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora