Bibbiano

Indice

comune in provincia di Reggio nell'Emilia (16 km), 121 m s.m., 28,05 km², 7725 ab. (bibbianesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro alla destra del torrente Enza. Nel sec. XI fu possedimento dei Canossa e, alla morte di Matilde (1115), fu incorporato nel feudo di Quattro Castella, ramo canossiano di Bianello, seguendone le sorti fino al 1757 quando passò ai Gabbi. Vicende storiche diverse ebbe la frazione di Barco, legata alle sorti di Montecchio Emilia.§ La parrocchiale conserva frammenti di sculture della primitiva chiesa romanica e due tele secentesche attribuite a Luca Ferrari. Al sec. XVIII appartengono la villa Gabbi, l'oratorio e la parrocchiale di Barco e la chiesa di San Rocco a Corniano.§ Si praticano l'allevamento, bovino e suino, e l'agricoltura (cereali, foraggi e uva). Rilevante l'attività di aziende casearie (parmigiano reggiano) e di salumifici. L'industria opera nei settori meccanico, tessile (maglifici), dell'abbigliamento, delle materie plastiche e delle attrezzature per luna park.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora