Calasso, Robèrto

narratore e saggista italiano (Firenze 1941). Ha collaborato fin dalla sua fondazione, nel 1962, con la casa editrice Adelphi, per la quale ha assunto prima la carica di direttore editoriale e poi quelle di presidente e consigliere delegato. Allievo di Mario Praz, è autore di numerosi saggi letterari e filosofici su Nietzsche, Kraus, Walser, Wedekind e altri (raccolti nel 1991 nel volume I quarantanove gradini). Tra le sue opere, a cavallo tra narrativa e saggistica, citiamo L'impuro folle (1974) e la fortunata rilettura dei miti greci Le nozze di Cadmo e Armonia (1988), secondo volume di una "ricerca in corso" iniziata con La rovina di Kasch (1983) e proseguita con Ka (1996): la nuova, imponente narrazione, dedicata alla ricchissima e antichissima tradizione mitologica dell'India, si addentra nei grandi enigmi mistici e mentali di una civiltà in cui il tempo sembra annullarsi. Successivamente Calasso ha pubblicato Sentieri tortuosi: Bruce Chatwin fotografo (1998), La letteratura e gli dei (2002) e K (2002), tentativo di svelare il mondo segreto che avvolge i romanzi di F. Kafka. Nel 2003 è uscito Cento lettere a uno sconosciuto, nel 2005 La follia che viene dalle ninfe e nel 2006 Il rosa Tiepolo. Con La Folie Baudelaire (2008) Calasso si addentra nella storia e in quel mondo parigino dell'800. Nella produzione degli ultimi anni rientrano L'ardore (2010), L'impronta dell'editore (2013), Il cacciatore celeste (2016), L'innominabile attuale (2017), Il libro di tutti i libri (2019), Come ordinare una biblioteca (2020). 

Trovi questo termine anche in:

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora