Fanano

Indice

comune in provincia di Modena (77 km), 640 m s.m., 89,92 km², 2910 ab. (fananesi), patrono: san Silvestro (31 dicembre).

Centro nell'alto bacino del fiume Panaro. Il borgo ebbe origine da un monastero benedettino fondato nel 752 da sant'Anselmo. Il territorio fu poi donato da Astolfo ai monaci di Nonantola che, nel 1261, lo cedettero a Modena; passò poi agli Estensi (1352) e nel secolo successivo ebbe statuti propri.§ La chiesa di San Silvestro, del sec. XI ma rifatta verso il 1616, conserva le maestose colonne originarie, tracce della cripta e preziose tele del sec. XVII. Nei pressi si trova l'oratorio del Rosario (1590), con una tela cinquecentesca di scuola veneta del sec. XVI. Nella chiesa di San Giuseppe, degli inizi del Seicento, si trovano grandiosi altari lignei barocchi. I palazzi Coppi, Monari, Lardi e la villa Severi sono dei sec. XVI-XVII.§ L'agricoltura produce cereali e foraggi per l'allevamento di bovini da latte, e si praticano la raccolta e la trasformazione dei prodotti del bosco; l'industria opera nei settori della maglieria, della lavorazione del legno e dell'imbottigliamento di acque minerali. È vivace il turismo (soggiorno estivo e soprattutto sport invernali).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora