Guardi

Indice

famiglia italiana di pittori, attivi nei sec. XVIII e XIX. Il capostipite fu Domenico (Mastellina in Val di Sole, Trento, 1678-Venezia 1716), della cui attività a Vienna e poi a Venezia (1702) mancano notizie precise; una sua ipotetica funzione mediatrice di spunti figurativi del barocco austriaco avrebbe lasciato qualche traccia nell'opera dei figli, Giovanni Antonio, Francescoe Nicolò (Venezia 1715-1785), del quale si sa che fu attivo nell'ambito della bottega paterna, ma non si conoscono opere certe. Il figlio di Francesco, Giacomo (Venezia 1764-1835), vedutista, ripeté stancamente i modi del padre. "Per approfondire Vedi Gedea Arte vol. 7 pp 388-389" "Per approfondire Vedi Gedea Arte vol. 7 pp 388-389"

G. Delogu, Pittura veneziana dal XIV al XVIII secolo, Bergamo, 1958; F. Valcanover, Guardi, Milano, 1959; R. Pallucchini, La pittura veneziana del Settecento, Venezia-Roma, 1960; E. Taramelli, Guardi, Roma, 1980.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora