Pòrtico e San Benedétto

Indice

comune in provincia di Forli-Cesena (35 km da Forlì), 309 m s.m., 60,57 km², 863 ab. (portichesi), patrono: san Giacomo (25 luglio).

Centro esteso nell'alta valle del fiume Montone, compreso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna; sede comunale è Portico di Romagna. Feudo dei conti Guidi di Modigliana, poi aggregato al vicariato delle Fiumane, nel 1341 passò a Firenze che nel 1398 vi inviò, come capitano della provincia fiorentina in Romagna, il novelliere Franco Sacchetti. Nel 1424 fu devastato dalle truppe dei Visconti e nel 1440 ritornò a Firenze. San Benedetto in Alpe, feudo dell'abbazia di Sant'Ellero, divenne famosa per il monastero benedettino, che nel 1302 ospitò Dante Alighieri. Si chiamò Portico di Romagna dal 1863 al 1884.§ L'abitato di Portico conserva l'antico aspetto, con abitazioni storiche, un'imponente torre e un ponte a schiena d'asino sul fiume Montone. Nei dintorni, a Poggio, restano la cripta della chiesa (sec. XI) e un chiostro.§ L'economia si basa sulla coltivazione di cereali e foraggi per l'allevamento bovino e ovino, affiancata da imprese artigiane di estrazione e lavorazione della pietra (alberese), del legno e del ferro battuto.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora