Petròmidi

sm. pl. [sec. XIX; da petro-+greco mys myós, topo]. Famiglia (Petromyidae) di Roditori Istricomorfi comprendente la sola specie Petromys typicus (o Petromus typicus), diffusa nelle zone rocciose montane dell'Africa sudoccidentale. Detto pure topo delle rocce, è lungo 14-20 cm e ha coda altrettanto lunga. Nell'aspetto ricorda uno scoiattolo, tranne che per la coda, lunga e coperta di peli radi. Ha pelliccia soffice e mimetica, ed è capace di rintanarsi nelle fessure delle rocce più strette, grazie al cranio appiattito e all'elasticità delle costole. Di abitudini diurne, si nutre di vegetali.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora