Reggiòlo

Indice

comune in provincia di Reggio nell'Emilia (29 km), 20 m s.m., 43,01 km², 8559 ab. (reggiolesi), patrono: san Venerio (7 luglio).

Centro posto alla destra del Po. Concesso in enfiteusi a Bonifacio di Canossa nella prima metà del sec. XI, fu ceduto all'abbazia di Frassinoro da Matilde di Canossa. Nel sec. XIII fu importante avamposto fortificato del comune di Reggio e dal 1290 passò agli Estensi, cui la tolsero i Da Correggio nel 1306. In seguito fu del Ducato di Modena fino al 1632, quando passò a Ferrante Gonzaga conte di Guastalla. Risale al sec. XIII la rocca quadrata, con torri angolari e grande mastio centrale muniti di merli.§ L'economia si basa sull'agricoltura con cereali, ortaggi, barbabietole, uva e foraggi per l'allevamento di suini e bovini da latte per i caseifici (parmigiano reggiano), e sull'industria, attiva nei settori metalmeccanico (siderurgia, macchine utensili, agricole e movimento terra, tubi, macchine per caffè, betoniere), dell'abbigliamento (maglierie, filati e indotto), delle materie plastiche, del legno, degli imballaggi e degli impianti di sicurezza.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora