San Cesário sul Pànaro

Indice

comune in provincia di Modena (17 km), 54 m s.m., 27,37 km², 5302 ab. (sancesaresi), patrono: san Cesario (1° novembre).

Centro situato alla destra del fiume Panaro. Antico possesso dell'abbazia di Nonantola, nel sec. XI passò a Matilde di Canossa che nel 1112 concesse il borgo e il castello alla Chiesa di San Cesario. Ceduto in parte al monastero di San Benedetto in Polirone, nel 1439 passò a quello di San Pietro di Modena. Gli Estensi lo infeudarono ai Boschetti. § Il paese conserva una torre merlata della rocca medievale e la parrocchiale romanica (sec. XII), a tre navate divise da grosse colonne con il campanile del 1544, il cenotafio del conte G. Galeazzo Boschetti, opera del Begarelli (1525), e un ricco tesoro con paramenti, croci astili e calici. § All'agricoltura (frutta, uva, foraggi) si affiancano aziende nei settori caseario, metalmeccanico (costruzione di prototipi automobilistici, macchine utensili e movimento terra, elettrodomestici, pompe), elettrotecnico, di isolanti, imballaggi, gas industriali.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora