San Donato Milanése

Indice

comune in provincia di Milano (9 km), 102 m s.m., 12,83 km², 32.354 ab. (sandonatesi), patrono: san Donato (terza domenica di settembre).

Centro situato alla destra del fiume Lambro. Sorto lungo la via Emilia, attorno alla chiesa di San Donato, si sviluppò soprattutto grazie all'opera di bonifica dei monaci della vicina abbazia di Chiaravalle. Possesso del capitolo milanese (sec. XII), all'epoca della Lega Lombarda ospitò per breve tempo Federico Barbarossa; appartenne in seguito ai Visconti. Nell'agosto 1848, nelle stanze di Cascina Roma, piemontesi e austriaci firmarono i preliminari per l'armistizio di Salasco. § Il vecchio borgo, caratterizzato da case piuttosto basse, conserva la parrocchiale di San Donato, di antica origine ma rifatta nel Seicento (recentemente restaurata). La Cascina Roma, restaurata, ospita la Galleria d'Arte Contemporanea. Da menzionare è il quartiere di Metanopoli, la “città del metano” voluta negli anni Cinquanta da Enrico Mattei. § L'economia si basa sull'industria, che opera nei comparti chimico, meccanico, editoriale, cartario, della lavorazione della gomma e delle materie plastiche. L'agricoltura (cereali, ortaggi, alberi da frutto, foraggi) e l'allevamento bovino completano il quadro economico.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora