Tupàidi

sm. pl. [da tupaia]. Famiglia (Tupaidae) di Mammiferi Scandenti affine agli Insettivori e ai Primati e un tempo considerata appartenente prima agli uni e poi agli altri. Comprende 5 generi e circa 15 specie, note come tupaie o toporagni arboricoli, e diffuse nell'Asia sudorientale. I Tupaidi sono caratterizzati da muso lungo e aguzzo, corporatura snella, arti a 5 dita, che sono munite di unghie ricurve; pelliccia spessa e morbida e coda lunga, molto pelosa, tranne in Ptilocercus, che l'ha in parte nuda. La vista è assai sviluppata e così pure l'udito. Nell'aspetto generale e nelle movenze ricordano gli scoiattoli (tupai è il nome con cui in Malesia vengono indicati questi animali). Le femmine, secondo le specie, hanno da 2 a 6 mammelle: la gestazione dura ca. 50 giorni (Tupaia glis) e per ogni parto nascono 1-2 piccoli, a volte 4, in nidi di muschio. La famiglia è suddivisa nelle sottofamiglie Ptilocercini (Ptilocercus) e Tupaini (Tupaia, Anathana, Dendrogale, Urogale).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora