dònnola

sf. [sec. XIII; latino tardo domnŭla, dim. di domna, signora, per le forme aggraziate, da donnina]. Nome di diverse specie di Carnivori Mustelidi appartenenti al genere Mustela, e in particolare della Mustela nivalis, molto comune anche in Italia, di lunghezza variabile tra i 15-27 cm, con corta coda (4-9 cm); ha abito estivo bruno chiaro-giallastro, biancastro nella parte inferiore, e invernale candido (ma solo nelle popolazioni alpine). Vive dal piano alla montagna e si nutre di prede varie, in particolare Roditori (topi, arvicole, ecc.), Uccelli e loro uova, Rettili, talora anche Insetti; attacca in certi casi anche lepri e conigli e spesso pollame domestico. Vivacissima, è più attiva di notte. Ha 4-7 piccoli per parto. È diffusa in Europa, Asia paleartica e Africa settentrionale. Specie affine è la donnola degli Altaj (Mustela altaica), specie di montagna ampiamente diffusa dalla Russia sino alla Cina meridionale. Altre donnole sono quella siberiana (Mustela sibirica), lunga sino a 40 cm, la donnola pigmea (Mustela rixosa) e la donnola dalla lunga coda (Mustela frenata), le ultime due americane.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora