fiòcco¹

Indice

sm. (pl. -chi) [sec. XIII; latino floccus, bioccolo di lana].

1) Doppio nodo di nastro con i due estremi liberi usato come motivo ornamentale per acconciature, cappelli, vestiti, presente nel costume di ogni tempo ma specialmente dal 1600 al 1800. Loc. fig.: coi fiocchi, eccellente, superlativo; mettersi in fiocchi, vestirsi elegantemente.

2) Falda di neve; bioccolo di lana e cotone; per estensione, fibra corta, naturale, artificiale o sintetica, sulla quale si devono iniziare le operazioni di filatura. Fig., specialmente al pl., cereali essiccati e ridotti a sottili scaglie; i più diffusi sono i fiocchi d'avena. Alcuni tipi di fiocchi si prestano alla cottura, in acqua o nel latte, altri si consumano crudi, con latte generalmente freddo. Alimento adatto soprattutto a vecchi e bambini, sono molto diffusi nei Paesi anglosassoni (corn-flakes).

3) Difetto riscontrabile nell'acciaio sotto forma di soluzione di continuità che si manifesta come un insieme di cavità di tipo lenticolare molto schiacciate la cui distribuzione all'interno del pezzo è caratteristica. I fiocchi compaiono in manufatti di notevoli dimensioni durante il raffreddamento che segue la solidificazione o le lavorazioni a caldo; la causa principale è imputabile alla presenza di idrogeno nell'acciaio.

4) Ciascuno dei due lobuli del cervelletto (detti anche lobuli del pneumogastrico), situati sul margine inferiore del peduncolo cerebellare medio.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora