panamericanismo

sm. [da panamericano]. Movimento che propugna la solidarietà e la cooperazione di tutti i Paesi americani. L'idea dell'esistenza di un interesse politico comune fra le nazioni del continente nacque nei primi decenni dell'Ottocento ed ebbe una prima sanzione ufficiale, sebbene unilaterale e imperfetta, nella “dottrina di Monroe” del 1823. Assai più convincente, dal punto di vista ideologico, fu il motivo ispiratore del Congresso panamericano riunito nel 1826 a Panamá a opera di Simón Bolívar, anche se votato al fallimento per l'assenza di alcuni importanti interlocutori, fra cui gli Stati Uniti. Questi ultimi, del resto, tesero ben presto a considerare l'America centro-centromeridionale piuttosto come una zona di loro influenza esclusiva fino a praticarvi largamente quelle forme di intervento semicoloniali che si definirono “politica della cannoniera”, “diplomazia del dollaro” o “metodo del grosso bastone” (Theodore Roosevelt). Comunque si deve agli Stati Uniti la riunione della prima Conferenza degli Stati americani (Washington, 1889-1900), la quale, pur entro precisi limiti, diede l'avvio a un processo di ricerca di motivi politici ed economici concordanti che, tra molte difficoltà, portò alla costituzione di un'Unione Panamericana (1910) e infine, dopo la seconda guerra mondiale, all'OAS (Organization of American States).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora