scàsso

Indice

sm. [sec. XVII; da scassare2].

1) Aratura profonda (fino a 70-150 cm) eseguita per la messa a coltura di un incolto o per l'impianto di coltivazioni arboree o arbustive (nel qual caso può essere effettuato su tutta la superficie oppure a fosse o a buche). Viene effettuato con ruspe o con aratro affossatore.

2) Atto ed effetto dello scassinare, in genere a scopo delittuoso: furto con scasso, aggravante del reato di furto, chiamata anche “violenza sulle cose”, della quale si avvale il colpevole per compiere il reato. Il furto con violenza sulle cose comporta la pena della reclusione da uno a sei anni e la multa. Se le aggravanti sono più di una la pena è da tre a dieci anni.

3) Rottura dello strato superficiale di un terreno, di una strada, di una parete (traccia), effettuata con picconi, martelli pneumatici, macchine adatte, per preparare il luogo allo scavo o all'inserimento di tubazioni o condutture.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora