segùgio

Indice

Lessico

Sm. [sec. XIV; latino medievale segusíus, di prob. origine celtica].

1) Nome generico con cui si designano cani da caccia di diverse razze che ricordano il tipo braccoide.

2) Fig., poliziotto, investigatore, specialmente in quanto costante e abile nello scoprire i colpevoli di un delitto.

Zoologia

I segugi hanno origine antica, derivando dai cani da caccia egizi che furono diffusi in Europa e si differenziarono in più razze. Il segugio italiano, veloce, di grande resistenza, di simmetria perfetta e di muscolatura asciutta, ha testa scarna, orecchie scendenti piatte, larghe e a punta stretta. Ve ne sono due varietà: una a pelo raso denso, lucente, fine, di tessitura vitrea; e una a pelo forte, ruvido sulla testa, sul tronco (dove non dovrebbe superare i 5 cm di lunghezza), sulla coda. Il colore è fulvo in tutte le sue gradazioni o nero focato. Misura da 52 a 58 cm al garrese. Tra le razze svizzere (altezza al garrese 40 cm) figurano: il segugio del Bernese dal manto sempre tricolore, bianco, nero e focature più o meno vive; il segugio svizzero propriamente detto, analogo al precedente ma con macchie arancio più o meno vaste su fondo bianco; il segugio del Lucernese, analogo ai precedenti ma con manto a base bianca con moschettature grigie o blu con macchie larghe focate, il segugio del Giura, tipo bruno, con manto giallo o bruno rossiccio, grande macchia nera sul dorso; il segugio del Giura, tipo sant'Uberto, dalla caratteristica testa con cranio largo e convesso, orecchie ricadenti, grandi, pesanti, sguardo melanconico, occhio scuro, colore bruno giallo o bruno rossiccio con macchia nera sul dorso. Nella Penisola Balcanica sono diffusi, tra gli altri: il segugio d'Istria, detto anche bracco istriano, di colore bianco neve (altezza da 46 a 58 cm); il segugio dell'Illiria, bianco, giallo frumento, rossastro, nerastro, grigio terra (altezza da 46 a 56 cm); il segugio dei Balcani, di colore rosso volpe o marrone ruggine, con sella nera sul dorso (altezza da 46 a 54 cm); il segugio del bacino del Kras, dal colore rossastro, giallo frumento o ben fulvo (altezza da 46 a 58 cm). Assai noti i segugi francesi che contano molte razze fra cui i griffoni e i bassetti; inoltre sono da ricordare il segugio ungherese (erdelyl kopo), detto anche segugio di Transilvania, il segugio austriaco (österreichischer bracke brandlbracke), il segugio della Stiria a pelo ruvido (steirischer rauhharige hochgebirgs bracke), il segugio del Tirolo (tiroler bracke), il segugio da montagna della Baviera (bayrischer gebirgsschweisshund), il segugio di Hannover (hannoverischer schweisshund), il segugio della Foresta Nera (slovensky kopov), il segugio polacco (ogar polski), il segugio svedese (drever), il segugio finlandese (finnish stovare), il cane di sant'Uberto (blood-hound), i segugi inglesi (foxhound e beagle).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora