trìpode

Indice

sm. [sec. XVI; dal latino tripus -pŏdis, dal greco trípus, da tri-, tri-, e pús podós, piede].

1) Base di sostegno a tre piedi, per reggere oggetti d'uso, contenitori, elementi ornamentali ecc., diffusa fin dall'antichità. Per estensione, tipo di sedile e di tavolino a tre gambe. § Nell'antichità, bacile a tre gambe fissate alla spalla o all'orlo del vaso, o anche sostegno a tre piedi su cui si collocava un bacile, usato come utensile domestico (per scaldare l'acqua, mescere il vino ecc.) o come oggetto rituale o dono votivo. Calderoni di bronzo del primo tipo sono noti già in età minoico-micenea, mentre sostegni a tre piedi furono fabbricati a Cipro in età tardomicenea. Il tripode ebbe grande sviluppo artistico presso i Greci, gli Etruschi e i Romani, secondo modelli che furono poi ripresi nel periodo neoclassico. Con variazioni e diversità di usi la forma del tripode caratterizzò nel tempo molti oggetti artistici e di arredamento.

2) In marina, albero, generalmente di nave militare, che è formato a sua volta da tre alberi che si riuniscono in corrispondenza della coffa.

3) In anatomia, tripode celiaco, il complesso sanguifero arterioso composto dall'arteria celiaca e dalle sue tre diramazioni.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora