tragèlafo

sm. [sec. XVIII; dal greco tragélaphos, da trágos, capro, e élaphos, cervo]. Nome comune delle varie specie di Bovidi della sottofamiglia dei Tragelafini appartenenti al genere Tragelaphus, e in particolare della specie Tragelaphus scriptus, detta anche tragelafo striato diffuso nell'Africa orientale e meridionale. Lungo 1,50 m e alto al garrese 1 m, possiede corna elicoidi poco divaricate, proprie solo del maschio. Il manto è di pelo corto, rosso ruggine sul dorso, più grigio nelle parti inferiori, ornato da una banda nerastra dal muso alle orbite e da macchie e strisce bianche più o meno irregolari sul capo, sui fianchi e sugli arti. Frequenta zone a fitta vegetazione in genere non lontano dall'acqua.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora