dito

n.m. [pl. le dita; pop. i diti, che si usa però obbligatoriamente quando è seguito dal nome: i diti mignoli] 1 ciascuna delle parti mobili, distinte e articolate, con cui terminano le mani e i piedi dell’uomo e le zampe di molti animali: il dito grosso, il pollice o l’alluce | indicare, minacciare col dito, con l’indice | il dito di Dio, ( fig.) il castigo divino | mostrare, segnare a dito, ( fig.) additare alla riprovazione | non alzare, non muovere un dito, ( fig.) non fare nulla: non muovere un dito in favore di qualcuno, non dargli il minimo aiuto | mordersi le dita, ( fig.) provare rabbia, ira, rimpianto | avere qualcosa sulla punta delle dita, ( fig.) saperla benissimo | un piatto, un pranzo da leccarsi le dita, ( fig.) squisito, prelibato | si contano sulle dita di una mano, ( fig.) si dice di cose o persone che sono in numero assai limitato | legarsela al dito, ( fig.) non dimenticarsi di un’offesa ricevuta per vendicarsene al momento opportuno | mettere il dito sulla piaga, ( fig.) toccare il punto dolente di una questione dim. ditino, accr. ditone, pegg. ditaccio 2 ( estens.) cosa la cui forma richiama quella di un dito 3 la parte del guanto che ricopre il dito 4 misura corrispondente circa alla larghezza di un dito: due dita di vino; accorciare il pantalone di un dito | essere a un dito da, ( fig.) essere lì lì per

Lat. volg. * diitu(m), per il class. digitu(m).

Nota d'uso

· Il plurale del nome maschile dito è femminile (le dita) quando ci si riferisce alle dita nel loro insieme (le dita della mano); è invece maschile (i diti) quando si parla di queste parti del corpo considerate distintamente l’una dall’altra (i diti mignoli).

Approfondisci

Dizionario Italiano

Sinonimi