pancia

n.f. [pl. -ce], dial. panza [pl. -e1 ( fam.) ventre, addome (dell’uomo o di un animale): avere mal di pancia; la pancia del cavallo; essere a pancia piena, vuota, aver mangiato, essere digiuno | grattarsi la pancia, ( fig.) stare in ozio | tenersi la pancia dalle risate, ( fig.) ridere a crepapelle | mangiare a crepa pancia, ( fig.) moltissimo | starsene a pancia all’aria, stare disteso, supino; ( fig.) stare in ozio | salvare la pancia per i fichi, mangiar poco all’inizio di un pasto riservandosi per le ultime portate; ( fig.) evitare di esporsi a rischi e pericoli dim. pancina, pancino (m.), pancetta, accr. panciona, pancione (m.) 2 ( estens.) ventre ingrossato per obesità, gravidanza o altra causa: avere la pancia; mettere (su) pancia, ingrassare 3 ( fig.) parte centrale e tondeggiante di qualcosa: la pancia del fiasco, di un vaso | ( fam.) la parte di forma tondeggiante di alcune lettere dell’alfabeto: la pancia della «a», della «p»

Lat. pantice(m).

Nota d'uso

· La regola tradizionale per formare il plurale di parole che finiscono con -cia dice che se la finale è preceduta da una consonante, il plurale perde la i; quindi pance. Di fatto questa i non viene pronunciata, e se nel singolare serve a indicare la pronuncia palatale di c (come in ciao) davanti ad a, nel plurale perde questa funzione perché c si trova davanti a e; quindi è naturale che scompaia dalla scrittura.

Rubrica sinonimi

1Sin. ventre, addome; intestino 2 (di persona grassa) Sin. trippa (scherz.); (di donne in gravidanza) pancione (fam.) 3 (fig.) Sin. rotondità.

Approfondisci

Dizionario Italiano