quello

, o, davanti ai vocaboli che cominciano per consonante che non sia s impura, gn, ps, x, z, quel, agg. dimostr. [f. -a; pl.m. quegli (ant. quelli) o quei (lett. o tosc. que’) negli stessi casi in cui si usa quel; pl.f. quelle; precede sempre il nome] 1 indica persona o cosa lontana, nel tempo o nello spazio, sia da chi parla sia da chi ascolta: dammi quel libro; quelle chiavi sono mie; quei ragazzi sono troppo indisciplinati; che cosa vuoi che sappiano fare quegli sciocchi! | può essere determinato da un avv., da un agg. o da una propr. relativa: quell’uomo laggiù; quel quaderno là dentro; vorrei quel portafoglio rosso; potrei vedere quel cappotto che è in vetrina? | con valore enfatico ed ellissi della relativa o del nome: ho preso uno di quegli spaventi!; ha detto tante di quelle sciocchezze!; me ne ha dette di quelle!, di tutti i colori | può essere rafforzato da stesso, medesimo, tale: in quello stesso punto; in quel medesimo istante 2 indica persona o cosa nominata precedentemente e nota a chi ascolta: allora arrivò quel ragazzo; non so come fare per ottenere quella dichiarazione; quella signora è sempre là che aspetta | in espressioni ellittiche: per quello puoi star sicuro, quanto a quella faccenda; una di quelle, ( eufem.) una prostituta 3 ( lett., fam.) per chiamare una persona di cui non si conosce il nome: ehi, quella donna, quell’uomo! ¨ pron. dimostr. [f. -a; pl.m. -i, f. -e; la forma quel è d’obbligo nell’espressione in quel di..., facoltativa davanti a che e rara in altri casi; la forma quei si usa solo nell’espressione di uso lett. quei di...] 1 indica persona o cosa lontana da chi parla e da chi ascolta, o persona o cosa non presente della quale si sta parlando: quello è il nuovo direttore; preferirei quello in vetrina; vorrei quello, mostrando col gesto | per indicare una persona che non si conosce o non si vuole chiamare per nome: quello del piano di sotto, chi abita al piano di sotto; quello del gas, della luce, l’esattore, il controllore, l’operaio del gas, della luce; è tornata quella di ieri, la signora, la donna che era venuta ieri; buono quello!, alludendo a persona dalla quale bisogna stare in guardia | per evitare ripetizioni: il libro di storia e quello di geografia | spesso contrapposto o in correlazione con questo: preferisci questo o quello?; farò prima questo, poi quello; di due persone o cose già menzionate, può indicare quella menzionata per prima: Maria e Teresa sono sorelle, ma quella è bionda e questa è bruna; con valore più generico: questo correva, quello passeggiava, l’uno... l’altro 2 colui, ciò (seguito da una propr. relativa): non è quello che cerco; quelli che non ti conoscono diranno che sei pazzo; tutto quello che dice è vero; per quel che ne so io, non è ancora partito 3 in quel di..., nel territorio di: in quel di Milano, di Genova 4 quelli di... (lett. quei di...), gli abitanti di: quelli di Roma, di Torino

Lat. volg. * (ec)cu(m) illu(m), propr. ‘ecco quello’.

Nota d'uso

· L’elisione dell’aggettivo quello (cioè la forma apostrofata quell’) si ha al singolare maschile e femminile, ma solo davanti a vocale (quell’asino, quell’asta); il troncamento (cioè la forma quel senza apostrofo) si ha al maschile singolare solo davanti a parole che cominciano per consonante diverse da x, z, gn, ps, s + consonante (quel cavallo, quel porto; ma quello scemo, quello psicologo); in un uso ormai antiquato il plurale maschile quegli poteva avere l’elisione quegl’ di fronte a parole con iniziale i.

Rubrica sinonimi

pron. dimostr.1 (riferito a persona) Sin. (lett.) quegli, quelli, quei 2 Sin. colui 3 Sin. ciò 4 Sin. come, quanto 5 (quello... questo) Sin. l’uno... l’altro.

Approfondisci

Dizionario Italiano