Questo sito contribuisce alla audience di

Čolaković, Rodoljub

uomo politico bosniaco (1900-1983). Accusato di complicità nell'assassinio di Milorad Drašković, subì una lunga condanna al carcere e all'esilio. Rilasciato nel 1932, fu attivo soprattutto come giornalista in Francia, Spagna e URSS. Membro del Partito Comunista Iugoslavo sin dall'inizio, partecipò alla guerra partigiana e divenne poi primo ministro della Repubblica Popolare di Bosnia. Nel 1948 fu eletto membro del Comitato Centrale della Lega dei Comunisti di Iugoslavia (di cui nel 1974 assunse la presidenza) e ministro della Scienza e della Cultura. Nel 1954 fu nominato vicepresidente del Concilio Federale Esecutivo.

Media


Non sono presenti media correlati