Questo sito contribuisce alla audience di

ABS (tecnica)

sigla di Anti Blockier System, indicante uno dei più noti sistemi antibloccaggio, adottati per gli impianti frenanti degli autoveicoli. Questo dispositivo, che impedisce il bloccaggio delle ruote di un'automobile, è attualmente applicato su tutti i veicoli che offrono le maggiori prestazioni e viene offerto di serie per le medie vetture o quale optional per le più piccole, dati gli innegabili vantaggi che offre nel caso di frenate brusche, soprattutto su terreni scivolosi. Continui sono stati i perfezionamenti tesi a garantire efficienza, affidabilità e sicurezza di questo dispositivo: il pregio dell'ABS è quello di evitare il bloccaggio di una o più ruote in caso di frenata su terreno con scarsa aderenza: infatti basta anche un po' di ghiaia, una buca, una macchia d'olio perché una ruota bloccata provochi lo sbandamento della vettura; l'ABS, invece, evita il bloccaggio di quella singola ruota allentando automaticamente la pressione idraulica dell'impianto frenante su di essa grazie all'intervento rapido (tempi dell'ordine di un millesimo di secondo) del sensore di cui è dotata. Nonostante l'indubbia efficacia complessiva dell'ABS, il suo funzionamento ha suscitato qualche perplessità: infatti, a prescindere dal suo costo relativamente elevato, il repentino intervento di questo dispositivo nel caso di una brusca frenata a fondo effettuata a bassa velocità può allungare di qualche decimetro lo spazio di frenata per cui, nel caso di marcia ravvicinata in colonna, diventa pressoché inevitabile il tamponamento della vettura che precede, anche se di lieve entità. Gli ABS dell'ultima generazione hanno cercato di ovviare a questo inconveniente incorporando nel proprio impianto nuove valvole elettromagnetiche che consentono un più rapido intervento dell'azione frenante senza diminuire la funzione e l'efficienza di questo dispositivo; inoltre la realizzazione di appositi microchips consente di incorporare nel sistema anche la funzione antislittamento, migliorando in definitiva il tempo e lo spazio di frenata (il sistema più sicuro durante la marcia in colonna a bassa velocità resta, comunque, quello di mantenere una sufficiente distanza dall'auto che precede); sostanziali miglioramenti si sono ottenuti con la notevole riduzione delle dimensioni delle centraline degli ABS che permette di integrare l'elettronica nel gruppo idraulico senza dover utilizzare una centralina separata.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti