Questo sito contribuisce alla audience di

AME

(Accordo Monetario Europeo), istituzione internazionale creata con il Patto di Parigi del 5 agosto 1955, ma entrata in vigore il 28 dicembre 1958 con la cessazione dell'attività dell'Unione Europea dei Pagamenti(UEP). Ne facevano parte i diciotto Paesi europei membri dell'OCSE nell'ambito della quale l'accordo operava. L'AME era formato da due elementi: il sistema multilaterale di pagamenti e il Fondo Europeo. Con il sistema multilaterale di pagamenti veniva assicurato alla banca centrale di ogni Paese membro il regolamento in dollari, a tassi di cambio stabiliti, dei crediti in monete degli altri Paesi membri. Il Fondo Europeo era destinato alla concessione speciale di crediti a breve termine ai Paesi che ne avessero fatto espressa richiesta al fine di superare difficoltà temporanee nelle proprie bilance dei pagamenti. Il Fondo era costituito dal capitale della liquidata Unione Europea dei Pagamenti e da una quota versata da ogni membro. L'efficacia dell'AME è cessata nel 1972, in virtù di un nuovo accordo tra le banche centrali dei diciotto Paesi dell'OCSE con il quale si sono impegnati a convertire i saldi di valuta propria, presso la banca centrale di un altro Paese, con moneta corrente di quest'ultimo.

Media


Non sono presenti media correlati