Questo sito contribuisce alla audience di

Abramov, Fëodor Aleksandrovič

scrittore russo (Verkola, Arcangelo, 1920-1983). Ha insegnato presso l'Università di Leningrado ed è autore di numerosi romanzi e opere pubblicistiche. Scrittore di campagna, Abramov appartiene alla terra siberiana cui lo lega un profondo attaccamento: la natura, la gente del kolchoz, l'atmosfera della Siberia con la vastità dei suoi paesaggi e la malinconia dei suoi cieli, la dura realtà del lavoro sono al centro dei suoi romanzi sulla vita dei villaggi sovietici. Da queste parti (1964), che descrive le vicende di una povera comunità rurale malamente amministrata, venne bollato di “pessimismo e revisionismo” dalla critica del tempo tutt'altro che illuminata. La stessa sorte toccò a Due inverni e tre estati (1966), che ha per teatro la vita di un kolchoz del Nord subito dopo la guerra. Fratelli e sorelle e Qui e là, di poco posteriori, riprendono i temi cari all'autore. Abramov fu più volte nel mirino dei critici sovietici anche se rimase uno scrittore abbastanza ortodosso.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti