Questo sito contribuisce alla audience di

Accadèmia Aeronàutica

organismo che provvede al reclutamento e alla formazione degli ufficiali in servizio permanente effettivo dell'Aeronautica Militare Italiana. Istituita nel novembre 1923, l'accademia iniziò l'anno successivo i suoi corsi (che da allora in poi vennero definiti con nomi convenzionali aventi le iniziali in ordine alfabetico progressivo: Aquila, Borea, Centauro, Drago, Eolo, Falco, Grifo, ecc.) presso la sede dell'Accademia Navale di Livorno e i primi 24 allievi terminarono gli studi nel 1926 col grado di sottotenenti. La necessità di una sede autonoma e più ampia suggerì nel 1926 il trasferimento dell'accademia nella reggia di Caserta in cui i corsi si protrassero fino all'agosto 1943, allorché l'istituto si trasferì presso il “collegio aeronautico” di Forlì, rimanendovi sino all'8 settembre di quell'anno. Le successive sedi furono Brindisi e l'isola di Nisida. Dal 1962 l'accademia, che provvede alla formazione degli allievi ufficiali piloti ruolo naviganti normale e degli allievi ufficiali del Genio Aeronautico ruolo ingegneri, si trova nei pressi di Pozzuoli. L'ammissione ai corsi, della durata di tre anni per i naviganti e di cinque per gli ingegneri, si ottiene tramite un pubblico concorso, bandito nella primavera di ogni anno, a cui possono partecipare i cittadini italiani di età fra i 17 e i 22 anni; è richiesto un titolo di studio ottenuto presso un istituto medio superiore.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->