Questo sito contribuisce alla audience di

Agliétta, Adelàide

donna politica italiana (Torino 1940-Roma 2000). Deputato del Partito Radicale e militante negli organismi a esso federati (MLD e CISA), al XVII congresso del PR (Napoli, 1-4 novembre 1976) veniva nominata segretaria politica, carica che ricopriva fino al 1978. Con lei, per la prima volta nella storia italiana, una donna assumeva una carica politica così alta in un partito. Membro della giuria popolare al primo processo contro le Brigate Rosse, pubblicava (1979) un libro diario su quell'esperienza. Più volte parlamentare, si andava progressivamente staccando dal gruppo storico del radicalismo italiano e dal suo leaderM. Pannella, orientando il proprio impegno sulla questione ambientalista. Una scelta politica decisa, che si manifestava in modo sempre più netto nel 1994 quando, nelle liste dei Verdi, veniva rieletta al Parlamento europeo.

Media


Non sono presenti media correlati