Questo sito contribuisce alla audience di

Arconati Viscónti, Giusèppe

patriota italiano (Milano 1797-1873). Di nobile famiglia lombarda, con la moglie Costanza frequentò i salotti milanesi dove venivano coltivati quegli ideali patriottici che nel 1821 lo spinsero ad andare esule in Belgio. Mentre Arconati Visconti faceva del suo castello di Gaasbeck un centro del moderatismo illuminato d'Europa, il governo austriaco in Italia lo condannava a morte in contumacia. Nel 1840 Arconati Visconti rientrò in Italia e si tenne collegato al movimento cattolico liberale. Nel 1849 si trasferì in Piemonte diventando deputato e poi senatore della destra più conservatrice.

Collegamenti