Questo sito contribuisce alla audience di

Arcybašev, Michail Petrovič

scrittore russo (Harkov 1878-Varsavia 1927). La sua fama di narratore è legata a diversi racconti (La rivolta, 1901; Il riso, 1901; La morte di Lande, 1904), di tono liberaleggiante o schiettamente rivoluzionario, e soprattutto al romanzo Sanin (1907), pervaso da morboso erotismo. Al tema della morte dedicò le opere successive, tra cui il romanzo All'estremo limite (1909). Al teatro diede il dramma La gelosia (1913), che ebbe successo anche in altri Paesi. Dal 1923 visse in esilio a Varsavia, dove diresse un giornale antisovietico.