Questo sito contribuisce alla audience di

Armstrong, Edwin Howard

ingegnere radiotecnico statunitense (New York 1890-1954). Apportò notevoli perfezionamenti ai sistemi di radiocomunicazioni; scoprì il principio rigenerativo del triodo (1913); studiò le possibilità di impiego delle valvole termoioniche nel raddrizzamento, generazione di oscillazioni e amplificazione della corrente (1915); realizzò il primo radioricevitore supereterodina (1918), un circuito impiegato nella radio e negli altri apparecchi riceventi delle telecomunicazioni; e si interessò infine dei circuiti a modulazione di frequenza e del loro impiego nella televisione (1939). Con la modulazione di frequenza Armstrong risolse il problema di ampliare la gamma di frequenze utili, consentendo di evitare, nelle telecomunicazioni (audio, video e informazioni), la degradazione dovuta al rumore meteorologico e quello dovuto alle attività dell'uomo; la modulazione di frequenza ha aperto il campo dell'alta fedeltà e ha reso possibili impieghi radiomobili con livello di disturbo accettabile.

Oscillatore di Armstrong

Oscillatore elettronico dove sia il circuito di griglia sia quello anodico sono accordati.

Media


Non sono presenti media correlati