Questo sito contribuisce alla audience di

Asburgo, Ranièri, d'-

arciduca d'Austria (Milano 1827-Vienna 1913). Presidente del Consiglio dell'impero dal 1857, poi presidente del Consiglio dei ministri guidato dallo Schmerling (1861-65), fu convinto costituzionalista e coadiutore della riforma liberale del 1861. In seguito assunse il comando della Landwehr. Attivo mecenate, legò il proprio nome anche a una celebre collezione di papiri.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti