Questo sito contribuisce alla audience di

Badr ad-Dīn ibn ʽAbd Allāh

è il primo pittore musulmano che spezzi l'anonimato della pittura islamica, firmando il frontespizio di un manoscritto illustrato del Kitāb al-Aghānī (Libro delle canzoni), opera monumentale della poesia araba. Lo stile della miniatura segna il permanere del gusto persiano-sassanide nella rappresentazione di scene di corte (il sovrano in trono fra dignitari e figure alate che drappeggiano un velo intorno alla sua testa) e risale a un prototipo mesopotamico, per cui forse la serie di miniature fu eseguita per un signore dell'Iraq settentrionale.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti