Questo sito contribuisce alla audience di

Baistròcchi, Federico

generale italiano (Napoli 1871-Roma 1947). Ufficiale di artiglieria, partecipò alla campagna di Eritrea (1896), al conflitto italo-turco (1911-12) e alla prima guerra mondiale, ricevendo riconoscimenti per meriti di guerra. Nel 1919 fu nominato comandante dell'artiglieria del corpo d'armata di Napoli dove poi favorì la grande adunata fascista del 24 ottobre 1922. Deputato dal 1924 al 1939, generale di divisione (1926) e di corpo d'armata (1931), sottosegretario alla guerra (1934-36) e capo di Stato Maggiore dell'esercito, fu autore di un vasto piano di riorganizzazione delle forze armate del Paese. Nel 1937 fu creato conte e, nel 1939, senatore.

Media


Non sono presenti media correlati