Questo sito contribuisce alla audience di

Banca Italiana di Scónto

fondata a Roma nel 1914 si sviluppò rapidamente durante la guerra contribuendo in massiccia misura al finanziamento di industrie dedite a produzioni belliche. Concesse soprattutto ingenti crediti alla società Ansaldo, la cui crisi alla fine del conflitto provocò un'ondata di panico fra i depositanti della banca che cominciarono a ritirare i loro depositi. La banca, gravata da pesanti immobilizzi e sempre più fortemente esposta verso le altre banche, fu costretta a dichiarare la sospensione dei pagamenti nel dicembre del 1921 e successivamente fu posta in liquidazione.

Media


Non sono presenti media correlati