Questo sito contribuisce alla audience di

Baròlo, Ferdinando

uomo politico piemontese (Giaveno 1751-Spigno 1821). Laureato in medicina, iscritto a società segrete di ispirazione rivoluzionaria, partecipò alla cospirazione repubblicana del 1794, che aveva come fine di uccidere tutti i membri della famiglia Savoia. Salvò la vita svelando il piano; imprigionato uscì dal carcere dopo sette anni, liberato da Carlo Botta, suo antico compagno, ormai al potere. Barolo emigrò in Tunisia dove esercitò la professione di medico. Al ritorno in patria divenne medico dei servi della corte reale.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti