Questo sito contribuisce alla audience di

Basàglia, Franco

psichiatra italiano (Venezia 1923-1980). Direttore nel 1961 dell'Ospedale Psichiatrico Provinciale di Gorizia, si pose come la figura più rappresentativa in Italia della cosiddetta antipsichiatria. Con la sua équipe, Basaglia sviluppò un'azione di rinnovamento della prassi psichiatrica particolarmente nell'Ospedale Psichiatrico di Trieste, di cui fu a lungo responsabile. Tra i principali volumi da lui curati, spesso scritti in collaborazione anche con la moglie, si ricordano: L’istituzione negata (1968), Morire di classe (1969), La maggioranza deviante (1971), Crimini di pace (1975). Nel 1979 ha curato con P. Tranchina Autobiografia di un movimento, un vero e proprio rapporto sull'esperienza del movimento di psichiatria democratica. Sono stati pubblicati postumi i due volumi Scritti (1981-1982) e Conferenze brasiliane (1984).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti