Questo sito contribuisce alla audience di

Bencivènga, Robèrto

generale e uomo politico italiano (Roma 1872-1949). Comandante di brigata durante la prima guerra mondiale, giornalista antifascista, presidente della Federazione della stampa (1924) e deputato (1924-26), fu dichiarato decaduto perché aventiniano e subito dopo confinato per cinque anni. Comandante partigiano dopo l'8 settembre 1943, il 27 marzo 1944 fu incaricato del comando civile e militare di Roma ancora occupata dai Tedeschi. Membro della consulta e deputato alla Costituente, divenne poi senatore di diritto.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti