Questo sito contribuisce alla audience di

Bracci, Màrio

giurista italiano (Siena 1900-1960). Insegnò diritto amministrativo a Cagliari e a Siena, dove, dal 1944 al 1956, fu anche rettore. Militò nel Partito d'Azione e dal 1945 al 1946 fece parte della Consulta Nazionale. Ministro nel 1946 nel primo governo De Gasperi, fu l'anno dopo membro effettivo dell'Alta Corte per la Regione Siciliana. Nel 1955 fu eletto giudice della Corte Costituzionale. Fra le sue opere si ricordano: Aspetti giuridici della corruzione politica (1947), Le condizioni attuali dell'Università italiana (1954), Sui rapporti fra le università e gli ospedali clinici (1957).

Media


Non sono presenti media correlati