Questo sito contribuisce alla audience di

Brigate Internazionali

formazioni di volontari internazionali intervenute nella guerra civile spagnola (1936-39) a sostegno della Repubblica. Già nelle prime settimane della rivolta franchista operavano in Spagna alcuni nuclei di volontari stranieri, inquadrati nei gruppi anarchici e trotzkisti. I comunisti, soprattutto francesi, parteciparono alla lotta a livello individuale, senza l'esplicito appoggio di Mosca, ma all'inizio di ottobre il Comintern (o terza Internazionale) decise di intervenire direttamente creando le Brigate Internazionali. Il primo scaglione di combattenti giunse ad Albacete, centro di raccolta, il 14 ottobre 1936 e in novembre, anche per l'instancabile opera organizzativa di L. Longo, erano pronte per il fronte le prime Brigate Internazionali. Dopo la disperata resistenza sull'Ebro contro le forze franchiste lanciate su Valenza, nel settembre 1938, le Brigate Internazionali furono sciolte dal governo spagnolo, nella vana speranza di ottenere in contropartita il ritiro delle truppe tedesche e italiane inviate in aiuto dei ribelli.

Media


Non sono presenti media correlati