Questo sito contribuisce alla audience di

Bruegel o Brueghel o Breugel o Breughel

famiglia di pittori fiamminghi attivi nei sec. XVI e XVII, il cui capostipite fu Pieter il Vecchio. § Pieter il Giovane, detto degli Inferni (Bruxelles ca. 1564-Anversa 1638), figlio di Pieter il Vecchio, si rifece completamente ai temi e allo stile del padre, della cui opera fu abile continuatore e divulgatore eseguendo spesso vere e proprie repliche dei dipinti paterni. Dimostrò maggiore vivacità e libertà inventiva nella serie di quadri, per lo più di piccolo formato, rappresentanti incendi e scene infernali (donde il soprannome). Tra essi, l'Inferno con Plutone e l'Inferno con Beatrice e Dante della Galleria degli Uffizi a Firenze, la Scena infernale della Pinacoteca Vaticana, l'Incendio di Roma del Museo di Braunschweig. § Jan il Vecchio, detto dei Velluti (Bruxelles 1568-Anversa 1625), secondogenito di Pieter il Vecchio, visse per vario tempo a Colonia, soggiornò in Italia (1592-96) e nel 1597 fece ritorno ad Anversa. Trasse dal padre l'inesauribile inventiva e l'intensità vitale, trasponendole su un piano spesso miniaturistico e passando da una squisita minuziosità ancora cinquecentesca a un fare pittorico ampio, vibrante, già barocco. La sua produzione (scene bibliche, di genere, allegoriche; fiori, frutti, gioielli, animali, capricci),affascinante per il luminoso e gemmeo colore, per la vivacità della composizione, per la ricchezza dei particolari, è molto estesa; tra le opere più notevoli i 54 dipinti del Prado a Madrid . § Jan il Giovane (Anversa 1601-1678) e Ambrosius (Anversa 1617-1675), figli di Jan il Vecchio, continuarono l'arte del padre, dipingendo soggetti sacri e profani e quadri di fiori con grande raffinatezza ma scarsa originalità. Dei cinque figli pittori di Jan il Giovane, i più noti furono Abraham, detto il Napolitano (Anversa 1631-Napoli 1690), vissuto in Italia e abilissimo pittore di fiori e frutti sulla scia di Mario dei Fiori, e Giovanbattista (Anversa 1647-Roma 1719) che dipinse nature morte.

Media

Jan Bruegel il Vecchio, detto dei Velluti