Questo sito contribuisce alla audience di

Butler and Ormonde

famiglia irlandese. Si fa risalire a un certo Theobald Walter, capostipite, nipote di un Hervey Walter che al tempo di Enrico I ebbe feudi nel Suffolk e Norfolk. Hubert, figlio di Theobald, fu vescovo di Salisbury (1193) e arcivescovo di Canterbury. Theobald Walter (m. 1205 o 1206), fratello maggiore, andò in Irlanda; da Giovanni figlio di Enrico II ricevette il titolo di butler (maggiordomo) che divenne ereditario della famiglia. James, il figlio di Edmund the Butler, fu creato nel 1328 conte irlandese col titolo di Ormonde. James, il 5º conte, ebbe nel 1449 la contea del Wiltshire e il titolo trasmissibile ai discendenti. In Irlanda l'erede maschio dei conti di Ormonde, sir Piers Butler, assunse il titolo nel 1515 con i possedimenti irlandesi e nel 1528 divenne anche conte di Ossory. A questi succedette James the Lame (m. 1546) e il figlio di questi, Thomas, detto il Conte Nero, nominato dalla regina Elisabetta governatore militare del Munster nel 1580, morì nel 1614 senza prole. Il titolo venne ripreso da James Butler. Il suo pronipote James, 2º duca di Ormonde (1665-1745), morì senza eredi. Il titolo si estinse così nei rami cadetti con Walter (lord Butler di Llanthony) nel 1801 e con un marchesato irlandese di Ormonde nel 1810.

Media


Non sono presenti media correlati