Questo sito contribuisce alla audience di

Cóppi, Fàusto

ciclista italiano (Castellania, Alessandria, 1919-Tortona, Alessandria, 1960). Corridore straordinario sia come passista sia come scalatore. Tra le sue vittorie principali: cinque Giri d'Italia (1940, 1947, 1949, 1952, 1953), due Tour de France (1949, 1952) , un Campionato del mondo su strada (1953), tre Milano-Sanremo (1946, 1948, 1949), cinque Giri di Lombardia (1946, 1947, 1948 1949, 1954), una Parigi-Roubaix (1950), una Freccia Vallone (1950), quattro Campionati italiani su strada (1942, 1947, 1949, 1955). Si distinse anche nell'attività su pista, vincendo due titoli mondiali di inseguimento (1947, 1949) e stabilendo nel 1942 il record dell'ora (45,848 km), che rimase imbattuto per ben 14 anni. Soprannominato il "Campionissimo", protagonista di una storica rivalità con Bartali, è considerato uno dei più grandi ciclisti di ogni epoca. Morì di malaria, non individuata dai medici.

Media

Fausto Coppi