Questo sito contribuisce alla audience di

Canistro

comune in provincia di L'Aquila (80 km), 554 m s.m., 15,78 km², 1042 ab. (canistresi o canistrari), patrono: san Giovanni Decollato (29 agosto).

Centro situato sui versanti della val Roveto, alla destra del fiume Liri. Appartenne agli Orsini e dal 1469 ai Colonna. Spopolato nel 1656 dalla peste, fu quasi completamente distrutto dal terremoto del 1915. § L'economia si basa sull'agricoltura (patate e legumi) e sulle attività di sfruttamento dei boschi (castagne) e della sorgente Santa Croce (impianto termale). È diffuso l'allevamento bovino e caprino. È base di partenza per escursioni e ascensioni ai monti Simbruini.