Questo sito contribuisce alla audience di

Caràcciolo, Giovanni

principe di Melfi (? 1480-Susa 1550). Combattendo al servizio della Spagna fu fatto prigioniero a Melfi dal Lautrec (1528) insieme alla famiglia e ai figli. Passato quindi all'esercito francese perché Filippo d'Orange si rifiutò di riscattarlo, partecipò all'assedio di Capua e di Gaeta e conquistò Bari, Molfetta e Barletta. Rifugiatosi in seguito in Francia, fu nominato governatore di Marsiglia, maresciallo di Francia e luogotenente di Francesco I in Piemonte.

Collegamenti