Questo sito contribuisce alla audience di

Castiglióne d'Òrcia

comune in provincia di Siena (52 km), 540 m s.m., 141,84 km², 2508 ab. (castiglionesi), patrono: santo Stefano (26 dicembre).

Centro posto sul versante sinistro della val d'Orcia. Possesso degli Aldobrandeschi di Santa Fiora, ambito da Siena che l'ebbe fra il 1300 e il 1368, passò ai Salimbeni. Nel 1554 fu di Firenze che nel 1605 lo concesse in feudo ai nobili bolognesi Riario. § Gli imponenti resti della rocca degli Aldobrandeschi dominano l'abitato. Qui sorgono la pieve medievale e la chiesa di Santa Maria Maddalena che conserva dipinti tre-quattrocenteschi. Di origine medievale è anche il vicino centro di Rocca d'Orcia e la sua trecentesca rocca Salimbeni. § L'agricoltura (cereali e olivi) e il turismo estivo costituiscono le principali risorse e sono affiancati da limitate attività industriali e artigianali (lavorazione del legno). A Bagni San Filippo si trova uno stabilimento termale di acque sulfuree già note nel Cinquecento. § Vi nacque il pittore Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta (1412 ca.-1480).