Questo sito contribuisce alla audience di

Cefèo (astronomia)

(latino scientifico Cepheus, abbreviazione Cep), estesa costellazione circumpolare, dalla forma irregolare compresa fra 20h e 8h di ascensione retta e fra +55º e +85º di declinazione; essa possiede numerose variabili, tra le quali la famosa δ Cephei, prototipo di una classe di stelle pulsanti, dette appunto cefeidi, caratterizzate da regolarità e da un breve periodo, e rivelatesi di grande importanza avendo reso possibile conoscere le dimensioni della Via Lattea, nonché la distanza delle galassie esterne. La stella più brillante di Cefeo è α Cep, o Alderamin; α Cep compie una regolarissima fluttuazione tra le magnitudini 3m,5 e 4m,3 e tra i tipi spettrali F5 e G2 in un periodo di 5,4 giorni, dista dalla Terra 950 anni luce ed è una stella doppia: la sua compagna, separata di 41‟, d'arco, ha magnitudine 7m,5; β Cep, o Alfirk, costituisce un sistema triplo: comprende una binaria con componenti di magnitudine 3m,3 e 7m,3, la cui stella principale è, a sua volta, una doppia spettroscopica. Quest'ultima, inoltre, risulta una variabile del tipo β Canis Maioris, ossia con periodo compreso fra le 3 e le 6 ore ed escursioni fotometriche che non superano la magnitudine 0m,1. Una variabile irregolare, oscillante tra le magnitudini 3m,6 e 5m,1 è μ Cep; ha colore rosso cupo (tipo spettrale F2), e fu perciò definita Stella Granata da W. Herschel. Altra variabile è VV Cep, che si è anche rivelata una binaria spettroscopica con periodo di oltre 7000 giorni e componenti che hanno masse pari a 24 volte quella del Sole. Con buoni telescopi sono osservabili anche numerosi ammassi aperti e alcune nebulose planetarie.

Media


Non sono presenti media correlati